STAMPA- Con Maniero il Catania cambia modulo

Redazione

CATANIA – Come di consueto proponiamo a tutti i lettori rossazzurri la rassegna stampa con le notizie più importanti presenti oggi nelle edicole nazionali e non. Gli articoli riportati sono stralci degli originali, non volti a sostituirsi a questi, pertanto invitiamo ad approfondire i contenuti presenti acquistando i giornali in rassegna.

Maniero all’attacco (La Gazzetta dello Sport)

Maniero ha già segnato 12 reti nel girone d’andata e si trova oggi un gol avanti al suo nuovo compagno di squadra, Emanuele Calaiò. Il Catania potrà quindi schierare la coppia regina della serie B. Marcolin ha la possibilità di scegliere se affidarsi al solito 4­ 3­3 che vedrebbe in attacco il tridente Maniero­Calaiò­Rosina oppure il 4­4­2 con Rosina a centrocampo dove del resto ha giocato spesso durante il girone d’andata. Maniero, napoletano, è fidanzato da molti anni con una ragazza di Napoli, Marica, prossima alla laurea in architettura, dopodiché i due dovrebbero sposarsi. Maniero si è messo in evidenza nello scorso campionato, segnando 13 gol con gli adriatici, ma già con il Pescara di Zeman, nell’anno della promozione in A,era riuscito a ritagliarsi il suo spazio. Il tecnico boemo l’aveva preso in simpatia, ma controllava il suo peso giornalmente. Maniero è il classico uomo spogliatoio, di quelli in grado di sollevare l’umore nei momenti difficili. Lo dipingono come un ragazzo dal cuore d’oro, molto sensibile verso i temi della solidarietà. Pescara si è divisa come spesso capita in questi casi: molti hanno capito e accettato la scelta dell’attaccante che non ha voluto rinunciare ad una proposta importante. Altri non perdonano al capitano l’improvviso abbandono. Il Catania guadagna un uomo prezioso per tentare di scalare la classifica e coronare il sogno della promozione

Catania, mente rivolta al Lanciano Nuovo modulo per Marcolin (Live Sicilia)

“Per questo e altri motivi può risultare utile l’arrivo di Marcolin, un uomo che conosce bene l’ambiente di Catania avendolo vissuto, seppur in qualità di vice di Sinisa Mihajlovic circa quattro anni fa, e che arriva ai piedi dell’Etna anche per riscattare le sue prime negative esperienze da capo allenatore, vissute sia a Modena che a Padova. Il tecnico rossazzurro ha svolto le sue prime prove tattiche seguendo la strada del 4-4-2, con due esterni rapidi e imprevedibili come Martinho e Jankovic e la più che affiatata coppia d’attacco composta da Calaiò e Rosina. Ma le ultime novità in arrivo dal mercato potrebbero portare una mezza rivoluzione sul piano tattico, tanto che si pensa ad un passaggio al 4-3-2-1, modulo quadrato ma che consente al tempo stesso di lasciar sprigionare, agli uomini di maggior estro e personalità, tutte le proprie qualità. Sulla trequarti potrebbero alternarsi il brasiliano ex Verona e il numero 10, con il bomber palermitano al centro del reparto avanzato che farebbe da culmine all’albero di Natale al quale Marcolin sta pensando per provare a tornare da Lanciano con un risultato positivo, anche al fine di migliorare il rendimento del Catania lontano dalla Sicilia.