STAMPA- Le rivali: Lecce, c’è il Matera in Coppa

Redazione

Come di consueto proponiamo a tutti i lettori rossazzurri la rassegna stampa con le notizie più importanti presenti oggi nelle edicole nazionali e non. Gli articoli riportati sono stralci degli originali, non volti a sostituirsi a questi, pertanto invitiamo ad approfondire i contenuti presenti acquistando i giornali in rassegna.

LIVERANI COL LECCE PIÙ VERO MATERA SOGNA LO SGAMBETTO (Corriere dello Sport)

“Torna il calcio giocato e, per alcuni giorni, almeno per il Lecce il mercato passerà in secondo piano. Al contrario di altre squadre che devono cambiare marcia e ritmo, la formazione giallorossa non ha urgente bisogno di potenziare il suo organico, perché l’arrivo di un trequartista collaudato in questo ruolo può solo costituire la ciliegina sulla torta per dare ancora più vivacità alla manovra di una squadra imbattuta da quattro mesi. Si riparte domani al “Via del Mare” con gli ottavi di finale di Coppa Italia contro il Matera in un momento in cui anche la formazione lucana, superata una partenza assai lenta, attraversa un buon periodo. Sarà gara unica, con eventuali supplementari e rigori, che si arricchisce di una curiosità legata al nome di Strambelli, indicato nei giorni scorsi come possibile arrivo alla corte di Liverani. Ipotesi respinta dalla piazza leccese (addirittura alcuni tifosi nei giorni scorsi, all’ingresso della città, hanno piazzato uno striscione contro il suo arrivo). Per Liverani sarà l’occasione per un impegnativo collaudo in vista del match col Catania della domenica successiva.

Liverani non conosce k.o. «Il mio Lecce senza limiti» (Gazzetta dello Sport)

“Il tecnico della capolista da quando è arrivato non ha mai perso Miccoli come vicino di casa, la kick boxing e le classifiche del figlio”

“Da quando è arrivato, guarda tutti dall’alto. Casa Liverani, attico in piazza Mazzini, citofonare… Miccoli. Nella Lecce che sogna il ritorno in B, l’invincibile Fabio è l’inquilino speciale di Fabrizio: ex compagni nel Palermo, si sono ritrovati a vivere sullo stesso piano. «Mi ha sistemato accanto a lui, in un appartamento di sua proprietà– dice l’allenatore romano –. Miccoli era un topplayer nel nostro Palermo. Ora dobbiamo evitare di prendere insieme l’ascensore: magari non ci entreremmo, visto che siamo allergici alle diete. Ma con i componenti del mio staff ho iniziato a frequentare una palestra, ci siamo dati al kick boxing ». UNICO Nell’arco delle sue 16 partite, nessun altro come lui in Italia, sulle panchine del calcio professionistico: Liverani è ancora imbattuto. Reduce dall’impresa alla guida della Ternana, salvata in B con 26 punti in 13 incontri, è subentrato al dimissionario Rizzo e ai reggenti MaragliuloMorello e, dalla quinta giornata, ha conquistato 38 punti in 16 gare (11 successi e 5 pareggi, 31 gol segnati e 13 subiti), con una mediapunti di 2,37. «È mio figlio Mattia, 13 anni, a tenere i conti e a trasmettermi la sua felicità per il primo posto del Lecce. Lui e Lucrezia, 9 anni, hanno voluto le maglie di Caturano e Di Piazza. Nella nostra casa a Roma, dove sono rimasti con mia moglie Federica, hanno creato un angolo giallorosso. Ho una squadra straordinaria ma non possiamo mollare, non è una lotta solo tra noi e Catania. Per me anche il Trapani è in corsa ; a fine anno abbiamo avuto l’occasione per mandarlo a 11 punti di distacco, invece, col pareggio, è ancora a 8 lunghezze