Le pagelle: Pisseri solo contro tutti. Biagianti e Mazzarani momento no

Fonte: Calciocatania.it
Fabio Di Stefano

Le valutazioni attribuite ai protagonisti di Lecce-Catania 1-0

Pisseri 7,5 Al 30′ del primo tempo vola all’incrocio dei pali per fermare un tiro di Cosenza. Si ripete al 44′ sul sinistro da fuori di Doumbia. Prodigioso il volo con cui stoppa Pacilli al 67′, non può nulla sulla bordata di Costa Ferreira

Gil 6 Partita senza sbavature

Bergamelli 6 Fa il suo. Il Lecce si rende pericoloso solo con tiri da lontano

Marchese 5,5 Dei tre del reparto difensivo è quello meno brillante

Parisi 5 Tiene la posizione e nulla di più. Timido oltre misura, non supera mai la metà campo

Di Grazia 4,5 Insieme a Bucolo e Biagianti è responsabile del pasticcio che porta al gol di Costa Ferreira. Nel trio di centrocampo dovrebbe essere il giocatore deputato agli inserimenti, cosa che non fa praticamente mai (dal 76′ Tavares sv)

Bucolo 5 Non gli si può chiedere di costruire gioco, questo è risaputo. Ma il suo errore, con la “collaborazione” di Di Grazia e Biagianti, è imperdonabile (dal 60′ Fornito 5 Il suo contributo al tentativo di rimonta è impalpabile)

Biagianti 5 Attraversa un pessimo periodo di forma. La combina grossa in occasione del gol leccese. Per un uomo della sua esperienza certi errori sono incomprensibili

Djordjevic 5 Quando arriva a fondo campo – succede poche volte per la verità – si ostina a mettere in mezzo palloni bassi. Pecca di personalità, ed è un vero peccato per un ragazzo che possiede mezzi notevoli, sia fisici che tecnici  (dal 76′ Scoppa sv La mossa della disperazione)

Mazzarani 5 Parte bene e nella prima frazione è il più pericoloso dei rossazzurri. Cala vistosamente nella ripresa confermando il suo momento no. Sbaglia il gol del pareggio un minuto dopo il vantaggio leccese

Pozzebon 6 Lasciato solo dai compagni, prova a impensierire Perrucchini con le conclusioni da fuori area. Al 39′ sfiora la traversa dai 35 metri, al 72′ il portiere leccese è costretto a rifugiarsi in corner. Tra i meno colpevoli della sconfitta

Pulvirenti 6 Fa ciò che può con il materiale umano a sua disposizione. Il Catania in trasferta segna col contagocce e lui non riesce a invertire la rotta. Del resto ha avuto pochi giorni per preparare la partita e in un momento non certo facile per tutto l’ambiente