Speciali

Autoeliminati. Niente alibi per il Catania, si prepara un’altra stagione all’inferno

Non possono esserci scuse se una squadra, che ha davanti trenta minuti di supplementari in superiorità numerica, si elimina da sola non affondando i colpi per vincere subito. Non si può invocare la sfortuna, se ci si affida solo ai calci piazzati o ci si riduce a dover sperare nei rigori. L’ennesima occasione decisiva che ci sfugge di mano lascia i tifosi senza parole. E ora non resta che preparare la quarta stagione di serie C, con la stessa proprietà che è responsabile del disastro

di Claudio Spagnolo